Il borgo

Per apprezzare al meglio il Borgo e le sue costruzioni, vi invitiamo a “gironzolare” per i vicoli, non c’è pericolo di perdersi in quanto tutte le discese portano alla statale e le salite al centro del paese.\r\n\r\nLungo la statale ci imbattiamo nella chiesa di San Giorgio, non lasciatevi ingannare dall’esterno sporco e cadente, l’interno è molto luminoso e decorato in stile barocco, se è aperta entrate a dare un’occhiata noterete il forte contrasto esterno/interno.\r\nLungo la statale, a sinistra imbocchiamo una strada che ci porta in una piazza dove troviamo la chiesa di Santa Maria del Mastro, una maestosa chiesa con pianta a croce greca, la cupola centrale in origine era realizzata con pignatte di terracotta, una tecnica risalente all’epoca bizantina, dopo il crollo è stata ricostruita in cemento armato !\r\nVi consigliamo di avventurarvi nei vicoli che partono dalla piazza, questi offrono scorci panoramici, ed elementi architettonici, tipici di Gerace, che lasciano a bocca aperta.\r\nGirando per i vicoli si può ritornare sulla statale e stavolta salire verso la parte alta del borgo, qua troviamo le indicazioni per la chiesa della Madonna Del Carmine, la parte più interessante di questa chiesa è l’interno, il soffitto a cassettoni e le decorazioni barocche.\r\nSul percorso che ci porta alla Chiesa del Carmine troviamo la piccola chiesa di San Michele.\r\nDalla chiesa del Carmine è possibile salire a piedi direttamente in paese e continuare la nostra visita dalle Bombarde o attraverso la Porta del Sole, se siete in macchina potete invece salire direttamente  al Castello e da lì ridiscendere, vi consigliamo di continuare a piedi, si tratta un lungo percorso in salita, ma di fatto si seguono le strade medioevali.\r\nIl percorso ci può far capire come si svolgeva la vita all’epoca e lungo il quale si nota come cambia il tipo di abitazioni che si trasformano da piccole case in veri e propri palazzotti nobiliari, i luoghi di culto si infittiscono avvicinandosi alla Cattedrale.\r\n\r\n